Siamo pazzi andiamo a pezzi!

Notizie di oggi.

Due terremoti di un burlone

Sono di grado 6.3 il primo e dopo un po’ di 4.3 il secondo. Parliamo del test nucleare eseguito stanotte dal burlone della Corea del Nord. Un paese di cui si sa poco e di cui ci interessa poco; la sensazione diffusa è che sono lontani da noi sono cose che non ci riguardano. Parliamo di un paese che ha una ricchezza enorme mineraria valutata in miliardi di miliardi di dollari, che vive per lo più in povertà e che spende tanti soldi in armamenti.
La mia domanda: il burlone vuole davvero giocare la guerra o non essere sciacciato dalla Cina che rappresenta il 67% del suo export ed invitare una trattativa anche con altri.
Comunque sia per noi è un gioco pericoloso: e se il secondo terremoto fosse dovuto ad un inconveniente per cui Cernobyl-like ci troviamo mezzo mondo invaso da radiazioni?

Un terremoto sotto sotto

Questo si piazza in mezzo ai due precedenti e di grado 5.3.

freaking

Ma è in Idaho negli Stati Uniti in una zona non proprio famosa per i terremoti, piuttosto per le estrazioni di petrolio e gas frantumando il sottosuolo.

Ora frantumare le roccie sottoterra di per sé provoca degli eventi sismici locali, ma molti scienziati sostengono che alla lunga possa provocare forti scosse di terremoto. Poi devasta le risorse di acqua del territorio, insomma probabilmente in Idaho fanno come Esaù che vendette la primogenitura per un piatto di lenticchie (e questo me lo diceva già mia nonna), quindi per i ricavi di oggi potrebbero trovarsi a vivere domani in un deserto.

A me sembra che in Idaho stanno segando il ramo su cui sono seduti.

Gratta gratta

Che dire anche noi italici non ci facciamo parlare dietro: 4.5 miliardi di euro spesi in 50 anni per non far sparire le nostre spiaggie con il risultato che prima erano 800 km di costa a rischio ora sono 1300.

Prima Ora
Prima Ora

E parliamo di interventi fatti male che risparmiano la spiaggia del comune che li mette in atto (per poco, quel tanto che basta a prender voti) ed aumenta i danni su quelle adiacenti. Si sa

Però abbiamo un portale internet e un progetto coste, speriamo bene!

Pessimiso? Non ci crederete la risposta è NO.

Notizie butte? Vi ho depresso? Ripensateci e cambiate atteggiamento. Penso che tutto sommato un’accelerazione di queste notizie non può che essere positiva perchè avvicina il momento in cui cambieremo modo di vedere le cose e la pianteremo di litigare tra di noi. Quelli bianchi contro quelli neri, quelli cristiani contro quelli mussulmani, quelli di Livorno o di Brescia contro quelli di Pisa o di Bergamo, quelli del Nord contro quelli del Sud, quelli della scala A contro quelli della scala B e quello di sopra contro quello di sotto. Che palle!

Ripeto: depressi? Scusate se vi ho turbato con delle notizie normali che sono il risultato dei nostri comportamenti, ma avete una alternativa: fate finta di niente e tornate alle vostre occupazioni. Tanto prima o poi vi ci confronterete.

Sono sempre dell’idea che dobbiamo vivere oggi come se fosse il nostro ultimo giorno e pensare al futuro con la certezza di esserci.

PS perchè non diamo retta un po’ di più a M.Pianesi? Non è un radical-chic che fa scena facendo mangiare solo verdure ha un aproccio decisamente più scientifico. Ovviamente non parlo tanto della proposta alimentare (che comunque fa bene) quanto di quella economica-sociale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *